archidue studio
francesco bortolini chiara visentin architetti | studio | progetti | ricerca | pubblicazioni | contatti |    
  | allestimenti | concorsi | residenziale | pubblico | paesaggio | restauro |

 

Prato – Centro per l'Arte Contemporanea L.Pecci - 2003 Progettazione e curatela allestimento mostra ---------------- "Verso un nuovo centro"

VERSO UN NUOVO CENTRO
Dalla Storia alla Progettazione di un Museo Futuro - Proposta di bando per un Concorso di Architettura

a cura di
Marco Bazzini e Francesco Bortolini

progetto espositivo
Francesco Bortolini

Spazio espositivo dell'Archivio Biblioteca Arte Contemporanea (ABAC) presso il Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato.
Dal 22 Novembre 2003 al 22 Febbraio 2004

Gli attuali spazi espositivi del Centro per l’Arte Contemporanea L. Pecci di Prato, sono tutti destinati all’esposizione temporanea, mentre non esiste uno spazio, che faccia parte integrante del Centro, dedicato esclusivamente alla sua ricca Collezione Permanente.
Per rendere percepibile la necessità primaria di questo ampliamento strutturale, nasce l’idea di questa mostra, concepita come occasione per presentare una proposta di bando per un concorso di progettazione dell’ampliamento del Centro stesso.L’idea di presentare una proposta di bando, curata e studiata negli intenti programmatici culturali e funzionali, testimonia e dichiara, nei confronti della Pubblica Amministrazione, la propria disponibilità a partire al primo segno di consenso.


La mostra si articola sostanzialmente in tre sezioni, suddivise nei tre ambienti in cui si articola a sua volta lo spazio espositivo.
La prima, alla quale si accede attraverso un ingresso anamorfico (che è poi l’ingresso alla mostra), è dedicata alla storia per immagini e documenti del Centro, della sua attività e della sua Collezione. E’ questo lo spazio che, mostrando la storia del museo, presenta una solida piattaforma di idee e progetti realizzati da cui partire per il nuovo obiettivo dell’ampliamento.
La seconda sezione è quella, cosiddetta, del cantiere. Un essenziale apparato scenografico riproduce un’ambientazione di cantiere. Qui è possibile consultare la bozza del bando di concorso che pannelli illustrativi, immagini e disegni aiutano ad interprestare e sintetizzare attraverso le seguenti semplici domande: Perché costruire / Cosa costruire / Quanto costruire / Dove costruire.
La terza sezione rappresenta lo spazio concettuale del progetto. E’ il luogo dove albergano le idee e le riflessioni su come dovranno essere i nuovi spazi. Un video illustra l’attuale difficile fruizione della Collezione Permanente, seguono delle virtualizzazioni che prefigurano uno spazio ideale per le opere della Collezione e su alcuni monitor viene illustrata la comparazione con altre realtà museali europee.

 

a